ROCK AGAINST SILVIO 2 – Promo + Intervista

Pubblicato: agosto 31, 2010 in POST
Tag:, , , , , , ,

17 e 18 settembre ROCK AGAINST $ILVIO FESTIVAL presso l’area CARROPONTE di Sesto San Giovanni (MI), due giorni  contro il governo della vergogna per dire anche in musica: “NON TI VOGLIAMO!”

Nel momento di inferiorità numerica in Parlamento per “l’esecutivo della fiducia” del governo Berlusconi, e dopo la pausa estiva, per chi l’ha fatta, riunirsi per ripartire con la nuova stagione resistente nell’ex area Breda, ora Carroponte e felice esempio di recupero di aree dismesse, assume un significato che va al di la dell’adunata festaiola.

Un simbolo, anzi, un esempio la città di Sesto, la Stalingrado italiana, con un passato antifascista e uno, più recente, da resistenza operaia: Pirelli, Falck e Breda le più importanti industrie presenti all’epoca. E oggi, non a caso, disponibile ad ospitare il coro del dissenso giovanile.

L’atmosfera che si respira sotto le sculture d’acciaio che furono i ponti-carrello della catena di montaggio, il vivere lo spazio che pullulava di produzione industriale, dibattiti, assemblee, riscatto sociale e politica del lavoro, è un’esperienza emotiva che ci ricollega al nostro passato. E’ un viaggio nella memoria collettiva, nella capacità che hanno avuto i nostri predecessori di costruirsi la semplice dignità di chi non ambisce al potere economico ma al riconoscimento sociale “Noi lavoriamo grazie alla fabbrica, ma la fabbrica produce grazie a noi”.

Conquiste.

E la capacità di restare uniti: gli operai anziani e i giovani, ignari di tutto, che si affacciavano al mondo del lavoro, e ora rappresentati dai tralicci d’acciaio, enormi, che come un abbraccio sovrastano il palco e lo spazio per il pubblico e dagli ambienti al coperto, la vecchia fabbrica, che ospitano mostre d’arte contemporanea ed un bar completo di tutto. Perché per immaginare un’Italia diversa da quella che siamo oggi è necessario far nostro quello che fu, e che tanto fanno per annullare dalla nostra quotidianità.

Perché resistere, ora, è anche non voler dimenticare.

Laura Chierici
(admin gruppo M.A.I. LOMBARDIA)

INTERVISTA AD UNO DEGLI  ORGANIZZATORI DEL ROCK AGAINST $ILVIO II – Festival contro il governo della vergogna, MARCO CENTONZA DEI KILLER SOUND:

M.A.I.: Come e quando è nata l’iniziativa?
Marco: Il progetto parte dalla volontà di unire tutte quelle band che sentivano il desiderio di comunicare, attraverso la propria musica, il malessere nei confronti della situazione politica italiana. La mia band Killer Sound ha lanciato l’iniziativa ed in pochissimo tempo ha raccolto consensi ed adesioni al progetto, in questo mi sono stati di grande aiuto Beppe (Point Break) ed Ema (Nest hcm) un ragazzo friulano che all’epoca viveva a Berlino lo stesso disagio provato da noi qua in Italia, grazie a loro ed all’entusiasmo di tutti si è sviluppato rapidamente il progetto. L’iniziativa nasce quindi nel settembre 2009, con l’uscita ufficiale dell’omonima compilation (doppio cd con 52 pezzi realizzata senza alcuno scopo di lucro) e con la prima edizione del festival, una due giorni di musica in cui si sono esibite ben 21 band da tutta Italia.

M.A.I.: Chi organizza? è un festival autogestito?
Marco: L’evento è gestito ed organizzato in coproduzione dall’Arci Torretta di Sesto San Giovanni e l’ARCI Milano. Il festival è auto-prodotto, senza l’aiuto economico o organizzativo di alcun partito, e questo ci teniamo a sottolinearlo. Ci aiutano alcune piccole etichette D.I.Y. che ci aiutano nell’organizzazione dell’iniziativa (Samoan Records, Oxygenate Production e Fisting Records).

M.A.I.: E’ chiaramente una serata non solo musicale, ma politica. La musica come lotta, come messaggio alla gente, e nel vostro caso giovani e giovanissimi: cosa vorresti che il governo facesse per i tuoi coetanei?
Marco:Vorremmo che facessero delle leggi attraverso le quali parte delle nostre tasse andassero a supportare l’istruzione, le Università, i centri di ricerca.. immaginiamo per un attimo che tutti i soldi spesi per i militari
in Afghanistan (per una guerra che va contro la Costituzione) fossero invece destinati all’istruzione, alle politiche sociali, alla sanità ed allo sviluppo. L’Italia è un paese immobile, con crescita zero. Potenzialmente potremmo essere una superpotenza grazie al turismo, a quello che offre la nostra cucina ed il nostro “made in Italy”. Invece siamo fanalino di coda in tutto grazie a delle politiche economiche scellerate ed affariste dei vari governi che si sono alternati fino ad oggi. Tremonti parla che è colpa del debito pubblico…, come se il debito pubblico fosse una maledizione divina scesa dal cielo e non colpa di decenni di scelte politico-economiche senza senso e senza input per la crescita. Se non sei in grado di far quadrare i conti pubblici cercati un altro lavoro.

M.A.I.: Il momento politico è, con nostra sorpresa, caldo e imprevedibile: come speri venga presa l’iniziativa?
Marco: Speriamo che l’iniziativa venga finalmente presa per quello che è… un evento per sensibilizzare, scuotere e unire i giovani sulle tematiche della politica italiana, perché tutto parte da lì e non possiamo girare sempre le spalle… e’ ciò che vogliono!!! Crediamo che uno dei mali più grossi di questo paese sia l’indifferenza, il non curarsi della politica come se quest’ultima non ci riguardasse. La gente deve svegliarsi, deve rendersi conto che c’è gente pagata da noi sta lavorando male da decenni, e nessuno dice niente. Ci vorrebbe una rivoluzione, ma non nelle piazze… una rivoluzione culturale, bisogna cambiare la mentalità di un paese intero.

M.A.I.: Saviano, a proposito del ddl intercettazioni e legge bavaglio, cita un poeta siciliano, Dolci ” Ognuno per vivere ha bisogno di essere sognato” e conclude ” Credo che l’Italia possa risollevarsi, ma dobbiamo imparare a sognarla”. Voi che Italia sognate?
Marco: Saviano ha tutta la nostra stima. Sognare va benissimo ma poi bisogna alzarsi in piedi e costruire quel sogno giorno dopo giorno.. se questo non avviene il sogno resta un sogno..e noi abbiamo bisogno di fatti concreti per cambiare le cose una volta per tutte. Come si può combattere la malavita quando abbiamo dei condannati per mafia in parlamento? Come possiamo credere ad un presidente del consiglio che ha avuto un mafioso per anni a casa sua??? Ma purtroppo credo che la casalinga di Voghera che guarda il TG5 o la D’Urso la domenica pomeriggio nemmeno lo sappia. Sarebbe bene che la casalinga di Voghera o si informasse tramite la rete o il giorno delle votazioni se ne andasse al mare con la famiglia.

M.A.I.: Sempre seguendo Saviano…dice di “non cadere nel trabocchetto del tanto i politici son tutti uguali, perché è esattamente quello che vogliono”. Vi riconoscete in questa affermazione/ consiglio?
Marco: La tentazione di pensare che i politici siano tutti uguali e’ tanta.. ma non e’ così.. il problema è che troppi politici sono sulla scena da decenni..tutta gente inutile che non ha fatto nulla di concreto per questo paese. E visti i pessimi risultati questo contribuisce alla sfiducia dei cittadini in chiunque si affacci alla politica italiana.

M.A.I.: Progetti ed iniziative future?
Marco: Il progetto proseguirà con altre iniziative ed altre serate, cercando di coinvolgere sempre più band e sempre più persone. Il nostro obiettivo non è cambiare l’Italia con un concerto, ma semplicemente far pensare le persone, svegliarle dal coma mediatico che da anni anestetizza questo paese. Puntiamo sui giovani, perché sono loro il futuro del paese.Vi aspettiamo quindi nell’area Carroponte di Sesto San Giovanni, il 17 e 18 settembre per una due giorni di musica e cultura.

Venerdì 17 e Sabato 18 settembre: ROCK AGAINST $ILVIO Festival contro il governo della vergogna – ingresso GRATUITO

CARROPONTE – Sesto San Giovanni (MI) – Via Granelli, 1 – Zona Centro Sarca – Fermata metro rossa Sesto Rondò.

Due giorni di musica per dire BASTA alle porcate di questo governo e per far capire ai nostri politicanti di destra e di “sinistra” che la società civile è esasperata da questa situazione.

Siamo in balìa di un anziano fuori di testa con deliri di onnipotenza, la cui unica preoccupazione è non farsi processare.

Siamo rappresentati in parlamento da gente incompetente, letterine e leccaculo incapaci di fare qualsiasi cosa di utile per questo paese.

15 anni di berlusconismo non hanno portato a NULLA: non una riforma, non una legge che aiutasse questo paese a risollevarsi dopo lo schifo della prima repubblica, sono bravi soltanto a dare la caccia ai comunisti ed alle streghe.

Siamo governati da una classe dirigente ignorante, razzista, xenofoba, bigotta…schiava del Vaticano e della mafia.

L’opposizione non esiste, non ha mai fatto nulla perché è meglio pensare alla poltrona che al bene del paese.

Il festival è l’occasione per condividere insieme due giorni di musica rock, suonata da band storiche e da gruppi emergenti provenienti da tutta Italia e far emergere la cultura underground, quella che questo paese cerca di reprimere a tutti i costi.

Il progetto Rock Against $ilvio nasce nel settembre 2009 ed ha all’attivo la passata edizione del festival, svariate serate in tutta Italia, una data a Vienna e due date a Berlino, oltre che una compilation con oltre 52 bands italiane unite per la causa.

E’ un festival assolutamente D.I.Y, non sovvenzionato da alcun partito con ingresso rigorosamente GRATUITO.

Programma del FESTIVAL:

Venerdì 17 (Inizio ore 20 – fine concerti h 24)
PAY (Milano)
POINT BREAK (Milano)
GLOBAGE (Arezzo)
GUACAMAYA (Milano)

Sabato 18 (inizio ore 17 con aperitivo – fine concerti h 24)
GERSON (Milano)
DURACEL (Venezia)
KILLER SOUND (Arcore)
ONE TRAX MINDS (Sulmona)
PROTON PACKS (Siena)
RESOLVE (Verona)
SUBGRUPPO DEVASTO (Bergamo)

All’interno dell’Area Carroponte è presente il servizio di ristorazione, per poter mangiare e bere durante tutta la durata del concerto.

PASSATE PAROLA.

Per info sul festival o per ordinare la copia della compilation a soli 5 euro o per collaborazioni mandate una mail a rockagainstberlusca@libero.it

Evento ROCK AGAINST $ILVIO II – Festival contro il governo della vergogna su Facebook.
Pagina ufficiale ROCK AGAINST SILVIO su facebook.

Col sostegno del MOVIMENTO ANTIBERLUSCONIANO ITALIANO

Annunci
commenti
  1. […] This post was mentioned on Twitter by Movimento Antib , Movimento Antib . Movimento Antib said: ROCK AGAINST SILVIO II- Intervista: http://wp.me/pRJ1I-kX […]

  2. […] This post was mentioned on Twitter by Movimento Antib , Movimento Antib . Movimento Antib said: articolo di Laura Chierici. grazie 🙂 http://fb.me/FjtMla9u […]

  3. Miry ha detto:

    caro Silvio hai reso la politica italiana un lupanare!!! Lo ha detto, ovviamente tra le righe, un tuo deputato, quindi per favore VATTENE

  4. Miry ha detto:

    caro Silvio hai reso la politica italiana un lupanare!!! Lo ha detto, ovviamente tra le righe, un tuo deputato, quindi per favore VATTENE

    f

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...