Campania: TERRA DI DEBITI

Pubblicato: luglio 11, 2010 in POST
Tag:, ,

Campania terra di pane e politica,terra voluta ma odiata ,terra di sorrisi strappati da una pistola sotto casa,terra di false illusioni mediatiche che ci sotterrano giorno dopo giorno, terra di speranza giovanile per un futuro migliore, terra disperata per colpa dei padri padroni.
Politici di destra e di sinistra che si sbattono per cambiare la regione promettendo l’impossibile, cercando di cambiare le idee al popolo durante le elezioni in cambio di pochi spiccioli contando sul fatto che le famiglie sono disperate.
E’ ora di cambiare realtà contando sull’informazione e sulle forze del popolo, un popolo stufo di vedere la propria terra ribaltata e schiacciata da politici che se ne infischiano.
Il risultato delle elezioni è evidente: Bassolino cede il posto a Caldoro passandogli un grosso debito pubblico pari a 6 miliardi di euro(223 milioni nel 2008, 770 milioni nel 2009).
Lo stato dal 2006 al 2009 assegna (senza versarli) 2 miliardi di euro alla regione non erogati dal Fondo Sanitario Nazionale ,inoltre nel 2008 non viene accreditato il contributo d’affiancamento una rimanenza di un prestito concordato presso il ministero dell’Economia; proseguendo ci sono anche le quote dell’Irap e dell’Irpef che ammontano a 800 milioni di euro,infine c’è anche la gestione di alcuni fondi pari a 1 miliardo e 500 milioni versati dalla Regione per le aziende sanitarie, che purtroppo vengono bloccati dai creditori delle banche tesoriere.
La regione alla fine dei conti apre un mutuo di 30 anni corrispondente a 3.000.000.000 euro, di cui una parte (pari a 2.000.000.000 di euro) viene messa a disposizione dal fondo Sanitario Nazionale.
Il risultato? Se prima avevamo un debito pubblico di 6 miliardi,con questo mutuo negli anni, grazie agli interessi delle banche e fondi a seguito avremo un debito pubblico peggiore degli anni precedenti.

“Una piccola somma data in prestito crea un debitore, una grossa crea un nemico.” (Seneca)

Marianna Tescione
(admin gruppo M.A.I. CAMPANIA)

Annunci
commenti
  1. valeria ha detto:

    verissimo, hai perfettamente ragione. Che i politici siano tutti una banda di mafiosi lo sappiamo e ne siamo consapevoli..ma vorrei sapere chi ha votato questa manica di barboni del 21° secolo, chi crede che tanto sono tutti uguali, chi prima li vota e poi li rinnega, chi vive nella monnezza e crede al miracolo belusconi, chi si vende per un pacco di pasta.
    Chi vive a napoli e in campania è un povero illuso che crede ancora alle favole o è uno a cui piace piangere ma fottere contemporaneamente?
    In ogni caso ottimo articolo, coplimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...