SPECIALE 7 luglio ROMA

Pubblicato: luglio 7, 2010 in POST
Tag:, ,

Questo speciale è a beneficio di tutti i blogger e giornali, italiani e stranieri, che vorranno divulgare questi gravissimi documenti di quanto accaduto a Roma durante la manifestazione degli aquilani.

Links:

Video_Manifestante_col_volto_coperto_di_sangue_1

Aquilani in corteo a Roma, scontri e due feriti

Roma: tafferugli durante la protesta dei 5.000 aquilani (FOTO)

Ecco gli scontri con la polizia (VIDEO)

Roma_botte_ai_terremotati_guerriglia_premier_blindato

Video_Scontri_Roma_il_TG1_non_da_la_notizia_nei_titoli_1

Manifestazione-a-Roma-le-testimonianze-dei-partecipanti

Tafferugli in via del Plebiscito: manganellate al deputato Pd Lolli (AUDIO)

Annunci
commenti
  1. pasquale caprio ha detto:

    AIUTATECI….perchè qui ormai non ci aiuta piu nessuno!!!HELPPPPPPPPPPPPPP

  2. giovanni parrotta ha detto:

    PARLO AL FONDATORE…CI RIUNIAMO PER FAVORE… VERAMENTE…NELLA REALTA’ DICO-.—–VOGLIAMO CAMBIARLE LE COSE O NO….SIAMO UOMINI NON COMPUTER…ABBIAMO BRACCIA NON HARD DISK…SMETTIAMOLA DI CHIACCHIERARE E COMMENTARE COME GENTE INUTILE….SE CI INDIGNAMO SUL SERIO…MUOVIAMOCIIIIIII MA VERAMENTE IMBRACCIANDO ARMI…NON CE LA FACCIO PIU’ CON LE MANIFESTAZIONI DEL CAZZO ..TIPO QUELLA VIOLA..A CUI HO PARTECIPATO A DICEMBRE….TANTO L’INFORMAZIONE CE L’HANNO IN MANO LORO..PUOI PURE AVERE 13000000 DI PERSONE IN PIAZZA …PER LORO E PER LA QUESTURA SARANNO SEMPRE 13000…MA TANTO CHE CAZZO PARLO A FARE…MASSA DI VIZIATI

  3. nicola mureddu ha detto:

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  4. stefania santomartino ha detto:

    siamo in italia e stiamo passando da uno stato di libertà ad uno stato di repressione..
    oggi questo stato si è macchiato di sangue manganellando gente aquilana che nel terremoto a perso tutto.nessuna televisione tranne rai news da le reali notizie è tutto viene infiocchettato per rendere tutto bello ciò che questo governo repressivo fa… anzi non fa !
    stefania santomartino

  5. […] Borsellino satira slogan solidarietà sondaggio Stefano Rodotà video vignette voto articoli recentiSPECIALE 7 luglio ROMA luglio 7, 2010ANNO 2013: PREMIER LEGHISTA? luglio 5, 20101 LUGLIO – NO BAVAGLIO – DIRETTA WEB […]

  6. donatella rimoldi ha detto:

    abbiamo bisogno di aiuto…

  7. TERESA DE PINTO ha detto:

    In Italia è in atto un golpe. Da stato di diritto siamo passati a uno stato di polizia.

    Mesi fa, noti costruttori ridevano perché non c’è un terremoto al giorno! e perché quella sofferenza e quello sconforto per loro rappresentavano lucro e denaro.
    Oggi a Roma hanno manganellato, in tenuta antisommossa, i cittadini dell’Aquila che manifestano pacificamente per la ricostruzione della loro regione. Donne e uomini sono stati picchiati dalla polizia di “corte”.
    Questo è terrorismo di Stato! Salvateci dal fascismo!

    CI VOGLIONO TOGLIERE LA LIBERTA’ DI INFORMAZIONE E LA LIBERTA’ DI MANIFESTARE!
    CI HANNO AFFAMATO, CI HANNO SPOGLIATO DI TUTTO, CI STANNO UCCIDENDO!
    CI “VIOLENTANO” MORALMENTE, PSICOLOGICAMENTE E FISICAMENTE.

    Il mondo non può permettere un precedente simile o il regime dilagherà! Non riusciamo a processarli, non riusciamo ad arrestarli!
    SIAMO GOVERNATI DA LOSCHI INDIVIDUI IMMORALI, INCOMPETENTI E CORROTTI CHE STANNO PORTANDO L’ITALIA ALLO SFACELO.

    Siamo stanchi di sentirci sequestrati e in balia di un governo liberticida e che attenta quotidianamente alla nostra vita, al nostro essere cittadini di uno stato di diritto e democratico.

    CI VERGOGNIAMO DI QUESTO GOVERNO, CI VERGOGNIAMO DELLA STESSA OPPOSIZIONE INESISTENTE, MA NON CI VERGOGNIAMO DI ESSERE ITALIANI!

    E’ una tentata strage!!! SALVATECI DALLA DITTATURA E DALLA CENSURA!

  8. Marco Savarese ha detto:

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  9. NuvolaMarina ha detto:

    Anche se non viola o arancio o azzurro, questo è un movimento di informazione e su questo siamo tutti d’accordo!
    Tuttavia, ci sono esseri umani dietro al movimento o no?
    Concordo in parte con Giovanni…
    bisogna che il popolo inizi a reagire, informare è fondamentale, ma non basta!
    Secondo me, movimenti, cittadini onesti, blogger….devono unirsi in una lotta comune.
    Dobbiamo smetterla con l’individualismo, quando una categoria scende in piazza per difendere un sacrosanto diritto…dobbiamo scendere tutti!
    Ricordate le parole di Monicelli???????
    Riflettiamo, prima che sia troppo tardi!

    • admin ha detto:

      tu hai ragione, ma sai cosa non capisco? venite qui a pretendere una manifestazione! da noi!! ma voi non potete organizzarla?
      non siamo un organizzazione…non abbiamo partiti…non abbiamo fondi….e siamo sparsi per l’Italia…noi dedichiamo solo molte ore del nostro tempo a mandare notizie. Chi la dovrebbe dunque organizzare questa manifestazione???

      Molte manifestazioni sono state organizzate eppure affluenza minima!!! vedi quella del primo luglio! quando si tratta di scendere in piazza poi nessuno si presenta! questa è la triste realtà italiana.

      mi auguro comunque che i fatti gravissimi di oggi diano motivazione e forza per un’azione comune…

      • NuvolaMarina ha detto:

        Ti sbagli, oppure non mi sono espressa bene!
        Io, non ho mai preteso nulla, tantomeno che questo gruppo organizzi una manifestazione.
        L’unica cosa che auspico è che, tutti i gruppi, forti come questo, riescano a compiere il “miracolo” di unire le forze in un unico e alternativo gruppo di opposizione! Mantenendo ognuno la propria autonomia, ma creando quell’unione così indispensabile in momenti come questo!
        C’è un popolo dietro questo monitor…ma disperso in troppi gruppi, che singolarmente contano poco, ma uniti….

  10. mariella ha detto:

    Bravi denunciamo tutti questo schifo!!! Io continuerò a diffondere sulla mia pagina facebook, grazie!!!

  11. francesco ha detto:

    basta sono indignato della stampa italiana, che

  12. francesco ha detto:

    bastaaaaaaaaaa. sono indignato dei telegiornali

  13. sara ha detto:

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  14. Luciana Ranaldo ha detto:

    oggi in Italia hanno manganellato in tenuta antisommossa inermi cittadini, i terremotati dell’Aquila che rivendicavano qyanto promesso dallo stato italianodopo essere stati durante le elezioni, strumento di propaganda!Le televisioni hanno oscurato l’evento in quanto è in atto un attacco alla libertà di stampa e di espressione! Aiutateci stanno attuando un golpe, è la dittatura, hanno smantellato lo stato sociale, togliendo sostegno ai disabili, alla sanità e alla scuola pubblica, stanno istituendo uno stato di polizia, totalmente sordi alle rimostranze e alle proteste del popolo, loro i quali sono inquisiti indati e collusi con la mafia!

  15. NuvolaMarina ha detto:

    Non dimenticate che non è la prima volta….
    Gli studenti, i lavoratori in Sardegna e non, i No Global e tanti tanti altri onesti cittadini!
    In Val di Susa, hanno massacrato i cittadini NO-TAV, mentre dormivano!
    Ci siamo indignati? Molti sì, ma la cosa si è spenta, dalla vergogna successiva!
    IL VERO PERICOLO E’ LA NOSTRA ASSUEFAZIONE!!!!

  16. patrizia canale ha detto:

    AIUTATECI! la democrazia ha le ore contate. stiamo tornando in pieno regime fascista, non esiste più la possibilità di manifestare pacificamente x una giusta causa. ormai il motto è SUBIRE E TACERE.corriamo ai ripari se siamo ancora in tempo.

  17. GioDiNino ha detto:

    Come nativo aquilano sono indignato del comportamento assunto da forze dell’ordine verso pacifici manifestanti terremotati aquilani; sono indignato per la dichiarazione della Questura di Roma che ha attribuito a facinorosi dei dentri sociali la provocazione degli scontri: pensate, fra i facinorosi c’erano sacerdoti parroci di comuni colpiti dal sisma, sindaci con la fascia tricolore, persino poliziotti aquilani! L’Italia, grazie al corruttore a capo del governo sta evolvendo sempre più verso un regime, il peggiore della storia moderna perché basato su un consenso artificioso ottenuto col dispiegamento di una potenza mass-mediatica che non ha paragoni con nessun Paese democratico, con una legislazione criminogena a protezione della cricca al potere forte del fatto che la maggioranza parlamentare è nominata (non eletta) da Berlusconi in persona.

  18. alice paola tondo ha detto:

    SAVE US

  19. Eligio ha detto:

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  20. Rosanna ha detto:

    -in Italia è in atto un golpe: da stato di diritto siamo passati ad uno stato di polizia-

    Oggi a Roma hanno manganellato, in tenuta antisommossa, i cittadini
    dell’Aquila che manifestano pacificamente per la ricostruzione della
    loro regione. Donne e uomini sono stati picchiati dalla polizia.
    Questo è terrorismo di Stato! Salvateci dal fascismo!

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei
    cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel
    rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di
    grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai
    fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare
    all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila
    non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le
    numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda
    politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  21. […] politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi. Il link a cui collegarsi è: https://movimentoantiberlusconianoitaliano.wordpress.com/2010/07/07/speciale-7-luglio-roma/ In Italia è in atto un golpe. Da stato di diritto siamo passati a uno stato di polizia. Mesi fa, […]

  22. Edmondo Guidi ha detto:

    Sono profondamente indignato. Io vivo a Londra da parecchio tempo e quando racconto queste cose ai miei amici di qua` stentano a credermi. Ho visto il telegiornale Italiano via satellite e non so` capacitarmi. Spero solo che sempre piu` Italiani capiscano l`errore che hanno fatto votando per questo governo e che rimedino al piu` presto.

  23. unbeinger ha detto:

    La chiave di tutto è il consenso… bisogna svegliare chi sostiene queste persone… aprirgli gli occhi…
    http://unbeinger.wordpress.com

  24. Luca ha detto:

    Resistere resistere resistere

  25. alfredo ha detto:

    E’ inaudito il comportamento del governo italiano nei confronti dei civile che manifestano.Tale comportamento non e’ degno per essere un paese democratico e civile .E’ divenuto uno stato di polizia .Siamo allarmati per tutto cio’ che sta accadendo .Il messaggio e’ chiaro ed evidente siamo preoccupati per la nostra liberta’

  26. giovanni granata aigotti ha detto:

    Dopo il danno la beffa e che beffa, la costruzione di ghetti alla periferia della città,(e scusatemi della parola ghetti) le tante parole dette i soldi spesi x le passeggiate a l’Aquila di Berlusconi Bertolaso e tutta la loro cricca che sfoggiavano i loro abiti firmati e i loro luridi falsi sorrisi,…. i cittadini stessi si sono dovuti ripulire le piazze dalle macerie la richiesta del pagamento delle tasse, sono arrivate le manganellate BASTA BASTA BASTA non se ne può più dobbiamo reagire a questo governo DITTATORIALE

  27. giovanni granata aigotti ha detto:

    dopo il danno la beffa e che beffa siamo arrivati alle manganellate BASTA BASTA BASTA non se può più hanno dato la colpa alla sinistra ai no-global
    questo è uno stato DITTATORIALE

  28. giovanni granata aigotti ha detto:

    dopo il danno la beffa e che beffa siamo arrivati alle manganellate non se può più hanno dato la colpa alla sinistra ai no-global
    questo è uno stato DITTATORIALE

  29. giovanni granata aigotti ha detto:

    Appeal to the foreign press

    In the name of freedom of information, press and expression, to show the people disappeared in the earthquake of 6 April 2009 some respect, and to the people of Abruzzi, who have been living in great discomfort ever since, please consult the documentation of the events that occurred July 7, 2010 in Rome today.
    The event was organized for the sole purpose of communicating to the public that we live in L’Aquila, and that L’Aquila itself, nowadays is not an example of efficiency to be proud! The earthquake and the many victims have been manipulated for a tiny political propaganda, when the people of Abruzzo still suffers huge inconvenience.
    This is the link: : https://movimentoantiberlusconianoitaliano.wordpress.com/2010/07/07/speciale-7-luglio-roma/

    In Italy, a coup is underway. From a state of democracy we passed in a police state.

    Months ago, known builders were caught on the phone laughing and regretting the fact that there isn’t an earthquake every day! The suffering and distress and the sheer magnitude of the tragedy accounted for their profit and money.
    Today in Rome state police negated the basic democratic rights to people from L’ Aquila who were peacefully demonstrating for the reconstruction of their region. Women and men were beaten by the police of “court”.
    This is state terrorism! Save us from fascism!

    They are successfully negating our FREEDOM OF INFORMATION AND EXPRESSION
    The world can not afford TOLERATING this kind of precedent, or similar arrangements will occur on a regular basis. We can not process them, we can not arrest them!
    We are ruled by shady, immoral criminals, in a political system featuring INCOMPTENCE AND CORRUPTION; a system bringing Italy to the brink of desolation and dictatorship.

    We are tired of feeling prisoners and at the mercy of a government that restricts freedoms and endangers our daily life, our being citizens of a state of law and democracy.

    We are ashamed of this government, We are ashamed of the non existent political opposition itself, but there is no shame to be ITALIAN!

    It ‘an attempted murder! Save us from dictatorship and censorship!

  30. Patrizia Mazzoli ha detto:

    Siamo in pieno regime fascista, sbeffeggiati e picchiati cittadini che chiedono aiuto dopo un terremoto! Vergogna!

  31. Giuseppe Maffei ha detto:

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti il 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e che la stessa città non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le sue numerose vittime sono stati strumentalizzati solo per un’infima propaganda politica, in quanto il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi con conseguenze facilmente immaginabili…purtroppo!

  32. lella ha detto:

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  33. giordano ha detto:

    En nombre de la libertad de prensa y de expresión, respetando a las personas desaparecidas en el terremoto del 6 de abril de 2009 y sujeta a los Abruzos durante más de un año viviendo en una gran incomodidad, por favor consulte la documentación de los hechos ocurridos 07 de julio 2010 en Roma…. Mostra tutto
    El evento fue organizado con el único propósito de transmitir a los ciudadanos que vivimos en L’Aquila L’Aquila el mal y la misma no es un ejemplo de eficiencia para estar orgullosos! El terremoto y las numerosas víctimas han sido manipulados por la propaganda política pequeña, cuando la gente de Abruzzo sigue sufriendo gran inconveniente.

    • giampaola ha detto:

      In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
      La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  34. Rocco ha detto:

    I fatti si commentano da soli, non ci sono parole per commentare una tale infamia!!!!!!

  35. laura ha detto:

    In nome della libertà di stampa e di espressione, nel rispetto dei cittadini scomparsi a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e nel rispetto degli abruzzesi che da oltre un anno vivono in condizioni di grande disagio, vi invitiamo a consultare la documentazione relativa ai fatti avvenuti oggi 7 luglio 2010 a Roma.
    La manifestazione organizzata aveva l’unico scopo di comunicare all’opinione pubblica che a L’Aquila si vive male e la stessa L’Aquila non è un esempio di efficienza di cui andar fieri! Il terremoto e le numerose vittime sono stati strumentalizzate per un’infima propaganda politica, quando il popolo abruzzese subisce ancora enormi disagi.

  36. manuela ha detto:

    inserite qui, per favore, anche il testo della mail da inviare…non tutti hanno facebook, ed il testo è lunghissimo da divulgare, se si comprendono le traduzioni.

    http://www.facebook.com/sarkastiko?ref=ts#!/event.php?eid=140681895949168&ref=mf

  37. paola ha detto:

    Il problema è troppo complesso, credo veramente che ogni cosa sia stata accuratamente pianificata, da ormai 20 anni si offre, con il potere della comunicazione, un modello di superficialità indirizzato ai nostri giovani…cercando di cancellare la coscienza che invece, propio nei giovani è sempre stata particolarmente sviluppata, questo forse giustifica la scarsa reazzione di fronte ad eventi di gravità estrema come quelli che stanno accadendo nel nostro paese…ormai mafia e politica si confondono, tutto il resto mira a tenere nascosti i fatti.
    Il tessuto creato dal potere per portare avanti il proggetto si è molto esteso, non sarà facile venirne fuori, e richiederà sicuramente l’unione di tutto i cittadini di buona volontà, indipendentemente dal colore politico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...